Pietro Minto

Mirano, Venezia, 1987


Pietro Minto è nato a Mirano, vicino Venezia, nel 1987. Ha studiato a Padova e a Roma ma presto si è trasferito a Milano per lavoro. Si occupa perlopiù di tecnologia e cultura digitale, di cui scrive su giornali, riviste e siti vari, e che tratta come consulente per alcune aziende. La sua carriera giornalistica è iniziata nel 2012 a Studio, di cui è stato editor-at-large, prima di darsi alla vita da fuorilegge dei freelance. È stato caporedattore di Prismo e collabora o ha collaborato con La Lettura del Corriere della Sera, Rolling Stone, VICE, Link – Idee per la tv, Il Tascabile, Wired, True, ICON. È stato uno degli autori di The Game. Unplugged, una raccolta di saggi sul mondo digitale edita da Einaudi nel 2019, uscita in risposta a The Game di Alessandro Baricco. Dal 2014 gestisce una newsletter chiamata Link Molto Belli, letta ogni sabato mattina da decine di migliaia di persone. Il suo autore, con un certo understatement, la descrive così: «Come dice il nome, propone link che l’autore ritiene “molto belli”, ed è nota per contenere un buon numero di immagini buffe». Noi aggiungiamo che è una wunderkammer del contemporaneo, un’investigazione sulle nuove tendenze socioculturali attraverso articoli di testate internazionali, mappe mai viste, gif, meme, e così via. I link sono, effettivamente, molto belli. Come annoiarsi meglio è il suo primo libro.

Libri...

Come annoiarsi meglio

Un libro per riprendere il controllo del proprio tempo ed essere felici.